Il piatto della tradizione contadina, cucinato con ingredienti semplici offerti dalla terra, è diventato il simbolo gastronomico, ma non solo, della Valtellina: la sua genuinità ha conquistato anche i palati più esigenti.

Il piatto più rinomato della cucina valtellinese ottenuto dall’impasto di farina di grano saraceno, farine di grano duro e grano tenero e acqua.

È condito con patate e verze, con coste oppure spinaci, insaporite dal burro e dal formaggio Valtellina Casera DOP.


In passato i pizzoccheri venivano realizzati esclusivamente a mano

Ora vengono prodotti attraverso processi meccanizzati, a garanzia della salubrità alimentare, ma mantengono il loro gusto unico.

L’antica ricetta è preservata dall’Accademia del Pizzocchero di Teglio

È il centro della Media Valtellina, nel quale storicamente è nato questo piatto grazie alle estese coltivazioni di grano saraceno che risalgono al 1600.


Il Consorzio di tutela per la Valorizzazione dei Pizzoccheri della Valtellina

Il Consorzio di tutela per la Valorizzazione dei Pizzoccheri della Valtellina è nato nel 2018 con lo scopo di promuovere e valorizzare i Pizzoccheri della Valtellina IGP, riconosciuti nell’anno 2016.

Il Consorzio associa i 5 principali produttori di Pizzoccheri della Valtellina IGP di prodotto secco e fresco. I mercati di riferimento attuale sono per il 96% l’Italia, ed il resto Svizzera e altri paesi extra europei quali Usa e Canada, Australia ecc.

Scopri di più: www.pizzoccheridellavaltellina.eu

Il nostro sito, utilizza i cookie per rendere semplice ed efficiente la navigazione per l’utenza che ne visiona le pagine. Se vuoi saperne di più clicca "Maggiori informazioni". Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi